L’Astinenza da Caffè è una Malattia Mentale Transitoria (Così Dicono…)

dipendenza da caffeinaAlzi la mano chi non inizia la giornata con un bel caffè al mattino. Ok, magari qualcuno lo prende nella variante macchiato o nella classica accoppiata pasta-cappuccino. Poi la giornata parte e molti di noi si affidano, per affrontare i cali di stanchezza, per concludere il pranzo, per piacere o semplicemente per rito sociale (pensiamo solo alla sitcom Camera Cafè, ironica maschera sulle relazioni aziendali attorno alla macchinetta del caffè), alle proprietà “medicamentose” del caffè. Bevendone un altro, poi un altro ancora,  via dicendo… E spesso se per qualche motivo non riusciamo a goderci il nostro caffè (riunione che va per le lunghe, macchina del caffè rotta…) veniamo assaliti da un senso di irritazione e malumore. Ma questo è abbastanza normale.

Almeno finché a questi pochi sintomi non se ne aggiungano altri come nervosismo irrequietezza, sproloquio e manierismi , confusione mentale, eccitazione, rossore, disturbi gastrointestinali, mioclonie (spasmi muscolari), insonnia, tachicardia e battito cardiaco irregolare, confusione mentale. Se presentiamo 5-6 di questi sintomi, ed essi ci creano non solo disagio, ma compromettono anche il nostro funzionamento quotidiano, allora forse siamo di fronte ad un’intossicazione da caffeina che può associarsi ad un disturbo mentale temporaneo, almeno secondo la nuova edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-V), la “bibbia” della psichiatria. Ma non spaventiamoci, l’intossicazione non si può verificare al di sotto del limite di 250 milligrammi al giorno di caffè (circa 4-5 tazzine) e che comunque l’intossicazione generalmente avviene solo per quantità molto più elevate.

L’altra faccia della medaglia è la sindrome da crisi d’astinenza da caffeina. Se dopo aver bevuto costantemente almeno 2-3 tazzine di caffè al giorno, interrompiamo o riduciamo drasticamente la nostra “dose” quotidiana, il risultato è un mix di sintomi di che include mal di testa, stanchezza, difficoltà di concentrazione, umore depresso.

Ma anche in questo caso non preoccupiamoci più di tanto. Come ha dichiarato il Dr. Robin Rosenberg “I sintomi di astinenza da caffeina sono transitori, e si prendono cura di se stessi“. Infatti questi sintomi sono una normale risposta fisiologica alla mancanza di un’importante sostanza come la caffeina, ma che si risolvono in brevissimo tempo. Il che ha, di fatto, messo in questione il perché di questo “disturbo” all’interno di un manuale diagnostico. Facendo tornare di moda la fondamentale domanda: cos’è normale e cos’è patologico?

In attesa di trovare una risposta a questa antica domanda, vi auguro buon caffè. Magari decaffeinato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Benessere Fisico e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a L’Astinenza da Caffè è una Malattia Mentale Transitoria (Così Dicono…)

  1. Anonimo ha detto:

    solite sollecitazioni,,, quando la persona lo decide lascia anche il caffè non prima ne dopo, personalmente non mi piace il caffè . le generalizzazioni non reggono i discorsi , li rendono poco veritieri cosi come gli eccessi sono poco sani , abbiamo un regolatore interno che non sempre sappiamo ascoltare che rieducato ci dice quando si o no per un alimento o bevanda,

    • magnaniandrea ha detto:

      Pienamente d’accordo. Ma per l’appunto qua si parla di un Manuale Diagnostico che decide se tu sei malato o meno in maniera abbastanza “fredda”, ed è interessante capire come le persone decidano che si è andati “oltre” la normalità per entrare nella “patologia”.

  2. fab ha detto:

    se vi interessa sapere il momento migliore per prendere un caffè ecco un link interessante
    http://www.fabenessere.com/2013/11/il-momento-migliore-per-prendere-il.html

  3. Nordlys ha detto:

    A parte il sonno (son anni che non ho sonno) io sono di buon umore. Ho visto i miei battiti cardiaci calare di quasi 20. Il chè è appagante.

    E poi comunque nonsi tratta di sintomi pericolosi come invece quelli che vengono quando si smette di bere (alcol).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...