Respirare Nel Sesso

COS030112_172A volte le cose più semplici sono quelle che danno più soddisfazione. Uno degli scopi di una valida educazione sessuale dovrebbe essere quello di permettere alle persone di godere appieno del proprio corpo e non solo di circoscrivere il piacere alla zona genitale.

Di fatto, le persone sono abituate a vivere il sesso secondo certi schemi chiusi che ne possono limitare il piacere. Spesso manca la consapevolezza che si possano provare sensazioni diverse e più intense semplicemente modificando alcuni comportamenti che mettiamo in atto in maniera automatica.

Per esempio, molti di noi fanno affidamento solamente al respiro toracico. Questo porta ad un sottoutilizzo della capacità polmonare e, di conseguenza, limita la nostra ossigenazione. Per allargare la mappa del piacere si può ricorrere al respiro addominale.

Ma prima di “utilizzare” a questa tecnica in durante un rapporto sessuale, sarebbe indicato proviarla prima in altri contesti. Ad esempio mentre leggiamo questo articolo possiamo lasciare che la nostra inspirazione continui fino a che i polmoni, essendo pieni fino in fondo, spingano in fuori la pancia; quindi lasciamo che la cassa toracica si allarghi lateralmente gonfiando il petto. Infine lasciamo andare dolcemente l’aria prima di ripartire di nuovo con l’inspirazione.

Durante il rapporto sessuale, la penetrazione dovrebbe avvenire in maniera lenta, rilassata, in modo da non ‘distrarsi troppo’ per il piacere genitale e permettendoci quindi di focalizzarci sul respiro. Dopo qualche minuto di respirazione addominale dovremmo sentire il piacere allargarsi nel bacino. Se non lo sentiamo, continuiamo con la respirazione addominale. Può essere che chi non è abituato a respirare in questo modo commetta qualche inconsapevole errore. O che sia talmente concentrato sulla tecnica da non riuscire a rilassarsi. Cerchiamo allora di rilassare i muscoli addominali. Per poter fare questo agevolmente serve mettersi in una posizione di ‘grounding’, ossia una posizione in cui puoi spingere con le gambe. Per esempio lui può sdraiarsi con le ginocchia alzate. E lei sopra poggiando le ginocchia lateralmente. In altre posizioni in cui teniamo in contrazione bacino e schiena non riusciremmo a fare una corretta respirazione addominale.

Continuando l’esercizio per qualche tempo, a volte (ma ovviamente non sempre) è possibile sentire il piacere percorre tutta la schiena, salendo fino alla testa. E per facilitare questa sensazione la compagna o il compagno in quel momento dovrebbero percorrere con le dita tutta la schiena, muovendosi verso l’alto, fino al collo.

Quindi semplicemente respirando in maniera diversa, più profonda, possiamo renderci conto che è possibile provare orgasmi diversi, più intensi ed estesi in tutto il corpo. Provare per credere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Relazione di Coppia e Sessualità e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...